Non il solito tofu.

img_20170114_214328_185

Voglio condividere con voi una nuova ricetta.
Completamente vegetale, preparata solo con ingredienti di stagione e perfetta per una cena light del regime “post abbuffate natalizie”.

Sto parlando del tofu all’arancia.
Un’altra idea per sfruttare al meglio il tofu, rendendolo davvero appetitoso.

Lo preparate con me?

Ingredienti:
– 125 grammi di tofu al naturale;
– un cucchiaio d’olio extra vergine;
– una cipolla;
– una carota;
– un cucchiaino salsa di soia;
– il succo di un’arancia di medie dimensioni;
– una spolverata di timo.
Per cominciare puliamo e mondiamo la carota e tagliamola a cubetti. Ritagliamo 1/4 della cipolla
e affettiamola in striscioline. Riduciamo il tofu in bastoncini.

Facciamo dorare la cipolla in una padella oliata. Aggiungiamo la carota e lasciamo cuocere
per cinque minuti, a fiamma dolce, aggiungendo un po’ d’acqua per ammorbidire le verdure.
Aggiungiamo per ultimo i bastoncini di tofu e facciamoli cuocere per circa due minuti su ogni lato,
bagliandoli con la soia. Dovranno risultare belli dorati e croccanti.
Infine irroriamo col succo d’arancia e a fiamma bassissima mescoliamo il tutto per due minuti.
Così si creerà come una glassa, che darà un sapore unico al piatto.

Serviamo con una spolverata di timo e …buon appetito!

Annunci

Quando anche lo stomaco sorride.

img_20170111_213609_229

Ci sono piatti che mi fanno sorridere.
Non solo in viso. Fanno sorridere lo stomaco e i sensi.
Sapori e profumi, colori, che riportano alla mente attimi di pura e semplice gioia. E’ così anche per voi, vero?

Ecco uno di questi piatti. Per me ha un forte significato convidiverlo con voi.
E’ una ricetta di mia madre: i fagottini di cavolo verza ripieni di seitan e verdure. Di volta in volta la perfeziona e il risultato è sempre una piacevole sorpresa per il palato.
Peccato che sia talmente stagionale da poterla gustare a pieno solo per poco. Ma forse è meglio così. Ciò la rende una ricetta ancora più preziosa.
Ingredienti:
-3 foglie di cavolo verza;
-una carota;
-una zucchina;
-100 grammi di seitan;
-un cucchiaio di olio e.v.o.;
-un pizzico di sale;
-acqua q.b.;
-un cucchiaio di salsa di soia;
-tre foglie di alloro;
-spago da cucina

Per prima cosa scottiamo per due minuti in acqua bollente le foglie di verza. Teniamo da parte e lasciamo raffreddare.

Grattuggiamo per prima cosa la carota, la zucchina e tagliamo a pezzetti il seitan.

In una padella oliata soffriggiamo la cipolla, poi uniamo le verdure. Saliamo. Aggiungiamo poca acqua e cuociamo per dieci minuti. Infine insaporiamo con la salsa di soia.

Prendiamo una foglia e al centro disponiamo 1/3 delle verdure. Rihiudiamo la foglia formando un fagottino, utilizzando lo spago da cucina e alla fine disponiamo una fogliolina di alloro.
Ripetiamo con anche le altre foglie.

Cuociamo in forno statico per 5 minuti a 200 gradi.

Sono certa che li apprezzerete tanto quanto me. Bon appetit.

“L’entusiasmo è per la vita quello che la fame è per il cibo.”

img_20170110_203415

Oramai lo avrete capito. Adoro i legumi.
Non mangiando carne sono una fonte importante di proteine per me, ma non solo. Li adoro per la loro versatilità, per il loro sapore deciso ma al tempo stesso delicato. Adoro il loro modo di essere protagonisti di un piatto, ma al tempo stesso di come trasformano qualsiasi preparazione quando fanno da contorno.

I legumi per me sanno di tradizione, di calore. Sono la chiave di piatti come la ribollita toscana, la pasta e fagioli del Sud Italia, le lenticchie accanto allo zampone.

Mi ricordano casa ma al tempo stesso mi fanno viaggiare con la mente verso mondi lontani. India, Cina, Giappone, Libano, Vietnam …paesi dove i legumi sono alla base della cucina.

E proprio dalla loro cucina ho rubato la ricetta di un classico della dieta vegetariana: i falafel di ceci. Solitamente fritti, io ho deciso di “alleggerirli” cuocendoli in forno. Ma il sapore resta favoloso, garantito.

Vi ho fatto venire l’acquolina in bocca?
Ecco la ricetta allora.

Ingredienti:
-185 grammi di ceci;
-un cucchiaio di olio e.v.o.
-qualche fetta di cipolla dorata;
-1 gambo di sedano;
-mezzo limone;
-1 cucchiaino di cumino;
-un mazzetto di prezzemolo fresco;
-1 pizzico di sale.

Se utilizzate i ceci secchi vanno lasciati in ammollo per un’intera notte o per almeno 8 ore e successivamente devono bollire in acqua per una ventina di minuti.

Io ho utilizzato dei ceci già cotti al vapore. In questo caso vanno solamente uniti in padella alle verdure per insaporirli.

Per prima cosa doriamo la cipolla in una padella oliata.
Tagliamo a listarelle sottili il sedano e uniamolo alla cipolla. Aggiungiamo i ceci e lasciamo cuocere il tutto per una decina di minuti a fuoco lento.

In una ciotola disponiamo i ceci e le verdure, un cucchiaino di cumino, il succo del mezzo limone, il prezzemolo tritato e un pizzico di sale. Frulliamo il tutto con il frullatore ad immersione, poi lasciamo riposare in frigorifero per mezz’ora.

Trascorso questo tempo foderiamo una teglia con carta da forno. Formiamo delle palline d’impasto con le mani e poi schiacciamole con le dita dopo averli posti sulla teglia, o utilizziamo due cucchiai per delle quenelles.

Inforniamo a 200 gradi per dieci minuti.

Sono buonissimi sia tiepidi che freddi. Consiglio di accompagnarli con una salsa allo yogurt o con delle verdure di stagione.

Buon appetito!

“È un cattivo cuoco quello che non sa leccarsi le dita.”

img_20161226_220037_888

Per addolcire quest’ultima domenica di festa voglio condividere con voi la ricetta di questi biscotti integrali al miele. Senza burro.

Croccanti, perfetti sia da soli che con un tè bollente per scaldare il cuore. Li ho preparati come regalo di Natale per i colleghi e …li hanno divorati!

Perfetti per questa fredda giornata. 
Pronti ad invadere la cucina con il loro profumo?

Ingredienti:
– 300 grammi di farina integrale;
– una bustina di lievito vanigliato;
– 100 grammi di zucchero;
– 80 ml di olio di oliva;
– un uovo;
– 50 ml di latte;
– 4 cucchiaini di miele;
– la scorza grattugiata di un limone (o un cucchiaino di bicarbonato).

Versiamo la farina in una ciotola insieme al lievito, lo zucchero e la scorza del limone. Ora uniamo l’uovo, il latte, l’olio e il miele.

Impastiamo con forza con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo.

Stendiamo la pasta lasciandola spessa circa 2 cm e ritagliamo i biscotti: adagiamoli su una teglia foderata con la carta da forno e inforniamo per una ventina di minuti a 180 gradi.

“Il cibo trova sempre coloro che amano cucinare.”

img_20170102_211936_748

Alla ricerca di un’idea per la cena di questa sera?
Eccovene una: i miei primi burger di tofu fatti in casa.

Ingredienti per 2 burger:
– un panetto di tofu alle erbette;
– mezzo cipollotto;
– una carota;
– un cucchiaio e mezzo di pan grattato;
– un cucchiaino di curry
– sale e pepe q.b.
– olio extravergine di oliva q.b.

Per prima cosa grattugiamo la carota e tagliamo a rondelle il cipollotto. In una padella scaldiamo un filo di olio extravergine di oliva e cuociamo le verdure sino a quando non risulteranno morbide.

A parte, sbricioliamo il tofu e aggiungiamo il curry e un pizzico di sale. Amalgamiamo bene con le mani e uniamo il tutto in padella con le verdure. Continuiamo a cuocere per circa 5 minuti.

Frulliamo metà degli ingredienti per ottenere una crema liscia, poi mescoliamo nuovamente il tutto aggiungendo il pangrattato sino a ottenere una consistenza lavorabile con le mani.

Prendiamo un po’ dell’impasto e formiamo i nostri burger, che cuoceremo per 5 minuti per lato in forno a 200 gradi.

Buon appetito!

“La scoperta di un piatto nuovo è più preziosa per il genere umano che la scoperta di una nuova stella.”

img_20161220_204405

Ecco un’altra ricetta sperimentata per il mio menù vegetariano delle feste: straccetti di seitan ai funghi porcini.

Mi è piaciuta subito poichè nella sua semplicità è un’idea diversa e saporita per cucinare il seitan.

E’ una rivisitazione della ricetta di Vegolosi.it

Ingredienti:

– 120 grammi di seitan al naturale;
– 20 grammi di funghi porcini secchi;
– 1 patata;
– qualche strisciolina di porro;
– 50 grammi di topinambur;
– due cucchiai di succo di limone;
– sale q.b.
– un cucchiaio di olio e.v.o.
– zenzero in polvere;
– qualche fogliolina di prezzemolo.

Per prima cosa in una tazza di acqua calda ammolliamo i funghi secchi.

Successivamente mondiamo la patata, peliamola e tagliamola a pezzetti. Facciamo lo stesso con la parte bianca del porro e cuociamo in una pentola ricoperti di acqua sino a quando non diventano teneri.
Facciamo raffreddare e spolveriamo con lo zenzero al termine della cottura.

Tagliamo a fette sottili il seitan e il topinambur. Saltiamoli per 5 minuti in una padella, con l’olio e il succo di limone.
Al termine aggiungiamo un pizzico di sale e i funghi porcini scolati.

A questo punto frulliamo la patata e il porro con un frullatore ad immersione sino ad ottenere una crema omogenea, correggendo di sale
e all’occorrenza aggiungendo poco olio extravergine di oliva o un dito d’acqua di ammollo dei funghi.

Serviamo la crema sul fondo del piatto o del bicchiere di presentazione adagiandoci sopra il seitan ai funghi e aggiungendo qualche fogliolina di prezzemolo.

Et voilà. A tavola!

Natale sottovetro.

img_20161224_124619

Quest’anno Natale è arrivato prima del previsto, almeno per me. Non me ne sono neanche accorta ed era già il momento di pensare ai regali, alle decorazioni, all’allestimento della tavola …e, soprattutto, al menù.

Per il mio cenone della Vigilia tra le portate vegetariane ho inserito un antipasto/contorno intramontabile: la giardiniera.

Un classico della tavola, originale per il Natale. Non l’avevo mai preparata prima e sono molto soddisfatta del risultato!

Va preparata con qualche giorno o settimana di anticipo e lasciata in frigo a riposare in un barattolo di vetro sottovuoto. Più riposa più sarà saporita.

La preparate con me?

Ingredienti:
– 1 litro di aceto di vino bianco;
– 1 litro d’acqua;
– 300 grammi di cavolfiore;
– 2 carote grandi;
– mezzo peperone giallo piccolo;
– mezzo peperone rosso piccolo;
– 150 grammi di sedano;
– 200 grammi di fagiolini cotti al vapore;
– qualche fetta di cipolla;
– sale q.b.;
– pepe q.b.;
– due foglie di alloro.

Per prima cosa versiamo l’aceto e l’acqua in una pentola capiente e portiamo ad ebollizione.

Nel mentre puliamo tutte le verdure e riduciamole in fette non troppo sottili.

Sbollentiamole per 6/7 minuti nella pentola bollente in quest’ordine: prima il cavolfiore, poi le carote, poi i peperoni, il sedano, la cipolla ed infine i fagiolini precedentemente cotti al vapore.

Trascorso il tempo con un colino separiamo le verdure dall’acqua e aceto e lasciamole raffreddare a temperatura ambiente.

Filtriamo l’acqua e versiamola sulle verdure una volta fredde.

Lasciamo intiepidire. Quando la giardiniera sarà non più tiepida distribuiamola nei barattoli sottovuoto e mettiamola in frigo. Dopo qualche giorno sarà pronta per essere mangiata.

Ancora Tanti Auguri!