Profumi orientali: spaghetti di soia con verdure e fagioli cannellini.

img_20170108_141210_567

Alla ricerca di un’idea per il pranzo di domani?

Eccovene una: spaghetti di soia con verdure e fagioli cannellini.
Un piatto gustoso, dai sapori orientali.

Lo preparate con me?

Ingredienti:
– un cucchiaio di olio e.v.o.;
– 1/4 di scalogno;
– una zucchina chiara;
– una carota;
– due funghi champignon freschi;
– qualche cimetta di un broccolo;
– 100 grammi di fagioli cannellini già cotti;
– un cucchiaio di salsa di soia;
– acqua q.b.
– 50 grammi di spaghetti di soia (una matassa);
– pepe q.b.
– un cucchiaino di semi di papavero.

Riempiamo d’acqua un pentolino e portiamolo ad ebollizione. Vi cuoceremo gli spaghetti.

In attesa che l’acqua bolla prepariamo il condimento.
Per prima cosa grattugiamo la carota e riduciamo la zucchina in strisce sottilissime (io ho usato l’apposito attrezzo che trasforma le verdure in “spaghetti”).

Tagliamo finemente qualche cimetta di un broccolo, i funghi e lo scalogno. Rosoliamo quest’ultimo in una padella oliata.

Uniamo le verdure e cuociamo a fiamma dolce per dieci minuti, unendo poca acqua di tanto in tanto e lasciandola evaporare.

Aggiungiamo i fagioli, un pizzico di pepe, la salsa di soia e mescoliamo, lasciando cuocere per altri cinque minuti, poi togliamo dal fuoco.

Cuociamo gli spaghetti per quattro minuti circa, scoliamo e buttiamoli in padella con le verdure. Mescoliamo.

Infine spolveriamo con i semi di papavero et …voilà.
Il pranzo è pronto.

Buon appetito!

L'immagine può contenere: cibo

“L’entusiasmo è per la vita quello che la fame è per il cibo.”

img_20170110_203415

Oramai lo avrete capito. Adoro i legumi.
Non mangiando carne sono una fonte importante di proteine per me, ma non solo. Li adoro per la loro versatilità, per il loro sapore deciso ma al tempo stesso delicato. Adoro il loro modo di essere protagonisti di un piatto, ma al tempo stesso di come trasformano qualsiasi preparazione quando fanno da contorno.

I legumi per me sanno di tradizione, di calore. Sono la chiave di piatti come la ribollita toscana, la pasta e fagioli del Sud Italia, le lenticchie accanto allo zampone.

Mi ricordano casa ma al tempo stesso mi fanno viaggiare con la mente verso mondi lontani. India, Cina, Giappone, Libano, Vietnam …paesi dove i legumi sono alla base della cucina.

E proprio dalla loro cucina ho rubato la ricetta di un classico della dieta vegetariana: i falafel di ceci. Solitamente fritti, io ho deciso di “alleggerirli” cuocendoli in forno. Ma il sapore resta favoloso, garantito.

Vi ho fatto venire l’acquolina in bocca?
Ecco la ricetta allora.

Ingredienti:
-185 grammi di ceci;
-un cucchiaio di olio e.v.o.
-qualche fetta di cipolla dorata;
-1 gambo di sedano;
-mezzo limone;
-1 cucchiaino di cumino;
-un mazzetto di prezzemolo fresco;
-1 pizzico di sale.

Se utilizzate i ceci secchi vanno lasciati in ammollo per un’intera notte o per almeno 8 ore e successivamente devono bollire in acqua per una ventina di minuti.

Io ho utilizzato dei ceci già cotti al vapore. In questo caso vanno solamente uniti in padella alle verdure per insaporirli.

Per prima cosa doriamo la cipolla in una padella oliata.
Tagliamo a listarelle sottili il sedano e uniamolo alla cipolla. Aggiungiamo i ceci e lasciamo cuocere il tutto per una decina di minuti a fuoco lento.

In una ciotola disponiamo i ceci e le verdure, un cucchiaino di cumino, il succo del mezzo limone, il prezzemolo tritato e un pizzico di sale. Frulliamo il tutto con il frullatore ad immersione, poi lasciamo riposare in frigorifero per mezz’ora.

Trascorso questo tempo foderiamo una teglia con carta da forno. Formiamo delle palline d’impasto con le mani e poi schiacciamole con le dita dopo averli posti sulla teglia, o utilizziamo due cucchiai per delle quenelles.

Inforniamo a 200 gradi per dieci minuti.

Sono buonissimi sia tiepidi che freddi. Consiglio di accompagnarli con una salsa allo yogurt o con delle verdure di stagione.

Buon appetito!